Cassonetto e soglia passante: punti deboli per la riqualificazione vecchi infissi

Approfondimenti

Nella riqualificazione energetica degli edifici il serramento rappresenta un punto debole, causa del 35% di perdita energia per riscaldamento invernale e raffrescamento estivo.

In caso di sostituzione non si può solo scegliere un infisso performante è assolutamente necessario fare attenzione a due punti critici spesso trascurati:
• Il cassonetto, che nasce con il solo scopo di contenere esteticamente l’avvolgibile, il quale rappresenta una falla energetica conseguenza di una scarsa tenuta all’aria del sistema chiusura e foro guida cinghia, causando spifferi, perdite di temperatura e passaggio di rumore.

• La soglia passante è spesso una lastra unica di pietra, che congiunge l'interno con l'esterno senza alcuna interruzione, configurandosi come un vero e proprio ponte termico.

CasaBassoConsumo consiglia di utilizzare il sistema Renova Posaclima che prevede di isolare correttamente il cassonetto sia sul fronte sia sui fianchi, con materiali termicamente e acusticamente isolanti, sostituire il guidacinghia con un elemento a tenuta d'aria e provvedere al taglio del marmo con successivo isolamento.
Senza questi accorgimenti la sostituzione delle sole finestre non realizzerà il risultato di risparmio energetico e d’isolamento acustico desiderato e anzi, se la finestra è di buona qualità, si potranno manifestare dei problemi di formazione muffa sul perimetro serramento che prima non erano visibili.

 

 

Fonte: Andrea Biagioni CasaBassoConsumo.eu