Il solaio ventilato: una soluzione per combattere il gas radon

Approfondimenti

La casa a basso consumo, causa l’attenta sigillatura dell’involucro ai fini del risparmio energetico, non può trascurare la protezione dal gas radon. La sua caratteristica di essere incolore, inodore e insapore lo rendono particolarmente insidioso e pericoloso, colpevole di essere il secondo responsabile del tumore ai polmoni dopo il tabacco.
Il vespaio ventilato è una soluzione efficace per contrastare l’infiltrazione del gas Radon all’interno degli edifici, gli antichi Romani avevano capito che non era salubre vivere a contatto diretto con il terreno e quindi realizzavano pavimentazioni sopraelevate per eliminare l’umidità di risalita e sfruttavano le stesse intercapedini per riscaldare i locali soprastanti.
Oggi è possibile realizzare un vespaio ventilato in maniera sicura, veloce ed economica utilizzando dei casseri a perdere in materiali plastici rigenerati, ecocompatibili, di alta resistenza meccanica e inalterabile nel tempo. Per ottenere un’efficace ventilazione della fondazione è necessario collegare l’intercapedine con l’esterno: ciò si realizza mediante la realizzazione di fori di ventilazione, tubazioni in PVC e delle griglie esterne in acciaio inox dotate di rete anti-intrusione.

I fori di ventilazione dovranno essere posti preferibilmente a una quota più alta a sud del fabbricato (lato più caldo) rispetto al nord (lato più freddo), in modo che si generi una naturale ventilazione per “effetto camino”.

Vieni a scoprire su CasaBassoConsumo le soluzioni per un vespaio ventilato.

 

Fonte: Andrea Biagioni CasaBassoConsumo