Luce naturale: benessere e risparmio energetico

Approfondimenti

Un attento uso dell’illuminazione naturale all’interno degli edifici è ormai un elemento centrale nella definizione della qualità di un luogo e nella ricerca del confort psicofisico dei suoi occupanti.

A livello psicologico la luce esercita una forte influenza sull’umore, sulla capacità di concentrazione e soddisfa inoltre la necessità degli esseri umani di essere a contatto con l’ambiente esterno percependo il trascorrere delle ore, i cambiamenti climatici e l’alternarsi delle stagioni.

Recenti studi hanno evidenziato come una scarsa esposizione alla luce naturale può essere la causa di:
• Stanchezza
• Aggressività
• Depressione
• Perdita di tono e forza muscolare

Altri studi evidenziano comportamenti positivi, tipo:
• Abbreviano i tempi di recupero dei malati

• Migliorano la capacità di apprendimento degli studenti
• Incrementano le vendite

La luce naturale permette di risparmiare energia:
• Limitando l’uso della luce artificiale
• Controllando il suo potere di riscaldare in inverno e surriscaldare in estate, grazie alle protezioni solari esterne, tende parasole e tapparelle

L’illuminazione zenitale realizzabile dalla copertura dell’edificio tramite finestre per mansarde o tunnel solari, permette l’ingresso di una quantità maggiore di luce rispetto a una finestra verticale. Alla presenza di stanze molto profonde, ombreggiamenti fissi, e altre situazioni che possono limitare l’ingresso della luce naturale, l’abbinamento tra finestra verticale e zenitale permette di ottenere un ottimo beneficio illuminotecnico.

 

CasaBassoConsumo invita a scoprire I benefici e risparmi della luce naturale.

 

 

Fonte: Andrea Biagioni CasaBassoConsumo